Forest Bathing e Bagni di Foresta “Potenziati”

forest therapy station italy high altitude climate stay versus low altitude forest stay fev1 improvements

Il termine “forest therapy” (Terapia Forestale) deriva da quello di “Forest Bathing” o “Bagni di Foresta”, in giapponese: “Shinrin-yoku” (森林 浴).

Di seguito forniamo tre definizioni autorevoli di Forest Bathing. Questo significa “visitare foreste e boschi per scopi di relax e ricreazione, respirando sostanze organiche volatili, chiamate fitoncidi (olii essenziali di legno), che sono VOC antimicrobici derivati dagli alberi” (Li 2010, pag. 9). Più in generale, il bagno nella foresta è stato descritto anche come “assorbire l’atmosfera della foresta” (Tsunetsugu et al 2010, p. 27), ovvero “assorbire l’atmosfera della foresta attraverso tutti i nostri sensi” (Selhub e Logan, 2012, p.18 ). Com’è possibile notare, tutte e tre le definizioni di Forest Bathing fanno riferimento al respiro e agli aerosol forestali come risorse-cardine. 

Da queste definizioni deriva come il Forest Bathing abbia poco a che fare con un’attività di fruizione del patrimonio forestale più generica o con i benefici fisio-psicologici prodotti dalla semplice visione delle foreste (ebbene si, alcuni esperti sostengono che Forest Bathing si possa fare anche … restando a casa) o con la fruizione di altre risorse forestali.

Il “Forest Bathing Potenziato” (C) M. Droli, 2020, che proponiamo dall’estate 2020 in Friuli Venezia Giulia, è quello utilizzabile per l’accompagnamento in foresta di pazienti gravati da patologie di tipo oncologico, pneumologico o di altro tipo.